domenica 15 ottobre 2017

FIOR DI GIGLIO

Giglio,
di Madre Natura prediletto figlio
rappresenti il candore
e di purezza sei portatore
dolcemente profumato in modo penetrante
ti erigi sull'alto stelo con portamento elegante
beandoci del tuo fiorire
nei parchi in divenire
sbocci felice
e di pace sei nutrice


Fiore S.R.

lunedì 2 ottobre 2017

VIVERE AL CONTRARIO

Vivere al contrario


Per vivere una vita al contrario 
non serve alcun ricettario, 
basta deragliare dal binario 
per ritrovarsi in questo calvario 
alla ricerca di un nuovo abitudinario 
che vinca il proprio avversario 
celato sia nell'altrui bestiario 
che nell'interior confusionario...
esperimento fallimentare 
che non si può cambiare 
quando il tempo stringe 
e con leggero anèlito sospinge 
una fine che più non respinge! 

Fiore S.R.

Quest'ultima mia composizione è più che altro un'introspezione che forse potrà risultare criptica ai più, o meglio a coloro che non conoscono abbastanza della mia storia personale passata, ma non è poi così importante sapere a che cosa si riferisce... una poesia nasce di getto ed esce spontanea dal cuore, ancor prima che la mente se ne accorga!!
Altre mie poesie sul medesimo tema da questo blog: 
Accecanti rimpianti
Liberazione

martedì 4 luglio 2017

SENSAZIONE DI DELUSIONE


Il mio desiderio di vivere in modo ECO, BIO, VEG, si scontra quotidianamente con l'altrui mancanza di consapevolezza, partendo dalle mie frequentazioni personali, fino a svilirsi definitivamente nella lotta continua dei miei acquisti giornalieri, sempre più compromessi dall'incolmabile divario tra ciò che trovo in vendita sugli scaffali di qualunque negozio e/o supermercato e ciò che invece dovrebbe esserci secondo un differente punto di vista, che purtroppo però parrebbe riguardare solo me ed una risicata minoranza di ECO-battaglieri miei simili, provvisti di quel prezioso senso civico che tanto difetta nell"altra" maggioranza! 
Partendo dalle confezioni dei prodotti, passando attraverso i contenuti, fino a giungere al termine della loro utilità tra i consumatori, i passaggi sono svariati, ma diversi da quelli che ci si aspetterebbe da industrie consapevoli di ciò che l'ambiente necessita per poter sopravvivere in salute e tutti noi con lui! 
I materiali compositi, ad es. NON sono immediatamente riciclabili, ovvero si devono gettare nell'immondizia indifferenziata e l'inghippo si cela tra le pieghe delle leggi che regolamentano la riciclabilità dei materiali stessi, in quanto posseggono comunque il famoso simbolo pluri-frecciato, nonostante questo si riferisca ad ogni singolo componente e NON agli stessi uniti assieme! 
Frutta & verdura, ad es. vengono assemblate in retine, come pure i frutti di mare ed altro, che di per se parrebbe un ottimo sistema per evitare il volume di imballaggi più ingombranti, ma... l'inghippo sta anche qua nei materiali utilizzati, sbagliati ovviamente, perchè NON riciclabili... basterebbe l'accorgimento di produrli in plastica riciclabile, anzichè in nylon... facile, no?! Eppure NON viene fatto! 
La CARTA per uso comune, dovrebbe venir sostituita da quella RICICLATA, evitando così il deleterio ed inutile abbattimento di alberi, boschi & foreste! Ad es. carta igienica, fazzoletti di carta, tovaglie, tovaglioli & tovagliette varie, per non dire dei quotidiani, libri, quaderni e soprattutto dei famigerati imballaggi di tutti i prodotti... tutto quanto insomma, prenderebbe un'altra piega, ma... magari la si trovasse agevolmente in commercio, allora sì che sarebbe più semplice seguire la filosofia di vita ECO ed invece così NON è... tanto per cambiare l'Industria se ne frega! 
E poi c'è l'inquinante usa-e-getta, le verdure di quarta gamma che sprecano quantità inenarrabili di acqua che, vista la sua ormai perenne carenza, non dovrebbe neppure venir utilizzata in maggioranza negli scarichi W.C., mentre si sta sprecando quella piovana, che sarebbe un preziosissimo ben-di-Dio in questi tempi d'incuria degli acquedotti, le capsule di caffè e/o bevande calde varie, di cui solo ultimamente stanno correggendo l'errore di produzione iniziale di non-riciclabilità, ma solo dopo aver creato montagne di rifiuti inutilizzabili & inquinanti, ecc... ecc... e potrei continuare così ancora a lungo, denunciando ogni ECO-stortura attuale, ma in verità mi sento talmente delusa ed amareggiata da ogni espressione di menefreghismo delle Industrie & del Mercato, oltre che delle amministrazioni comunali, da credere che i loro "ignari" comportamenti siano soltanto frutto d'interessi monetari immediati, privi d'ogni valore etico, sociale, ecologico, di cui non tengono minimamente conto... bleah! 
Tutti dovremmo fare la nostra parte ed io voglio vivere col necessario rigore ed amore & rispetto estremi verso Madre-Terra, voglio essere buona con Lei, così come con ogni suo abitante, ma questa convivenza "forzata" con la parte ignara, superficiale ed egoistica dell'umanità, non fa che spingermi sempre più verso il Mondo animale, con quel trasporto che non posso proprio provare per il Mondo umano... logica conseguenza delle troppe delusioni vissute! 
La mia filosofia di vita= #ViviEco #ViviBio #ViviVeg 
#Ecologia #Consapevolezza #Decrescita: son queste le parole chiave! 

Firma la petizione: 
Obbligo di confezioni completamente riciclabili


lunedì 19 giugno 2017

LIBERAZIONE



Ogni umiliazione patìta 
è ferita subìta, 
è delusione infinìta, 
è fitta dolorosa 
come anticipazione penosa 
di una fine ingloriosa.

La mente è forte 
dinnanzi alla morte
ma il cuore si dispera... 

...e giunge già la sera.

FioreS.R.

La Morte a colori
Deprex

Dopo quasi 2 anni d'assenza dal Web come scelta autonoma, legata al mio altalenante stato di deprex & alle delusioni sia virtuali, che reali della mia vita personale, sono rientrata attraverso Twitter, Social-Network da me molto amato ed ora tento di farlo anche in questo mio blog, a cui sono legata, così com'era per il primo dove avevo cominciato 10 anni fa a scrivere le mie sensazioni ed i miei pensieri, pseudo-poesie comprese! 
Ovviamente le aspettative sono piuttosto ridotte, giacchè quando si manca da tempo, i risultati al rientro son spesso scarsi & deludenti... ma non importa! 
Piuttosto ciò che più mi spiace è di non riuscire a re-inserirmi in Google-Plus dove maggiormente mi trovavo a mio agio e dove gestivo 2 Community nelle quali lasciai il mio cuore, per non parlare delle svariate & numerose amicizie virtuali che coltivavo con grande affetto, ma purtroppo l'ho trovato talmente cambiato da non ritrovarmici proprio più... aiutooo!! 
Se ripenso a quando ero io ad elargire consigli agli altri Googlers sugli usi di quel Social, mi sento ora tremendamente frustrata & sfigata, quasi come se fossero passati 20 anni, mica solo 2... credo dipenda dalla velocità virtuale, esagerata rispetto a quella reale, in cui persino il tempo viene dilatato dalle necessità, in cui però l'accelerazione è sempre massima! 
Riuscirò mai a capirci qualcosa prima che la notte cali definitivamente sulla mia breve & tormentata vita reale?! 
La vera liberazione sarebbe anche da tutto ciò... d'altronde non è sempre la vita stessa ad ucciderci tutti?! 
Fiore fuori
FioreSanRemo - primo blog
FioreSanRemo in Twitter