venerdì 29 maggio 2015

EXPO-2015: ESPOSIZIONE O DELUSIONE?! (2°parte)


"Finché ce n'è" l'ultimo singolo dei Kachupa, la band ambasciatrice di Slow Food e testimonial del progetto "Diecimila orti in Africa"
CANTICO DELLE CREATURE 
"Cominciate col fare ciò che è necessario; poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile." - San Francesco d'Assisi 

I 2 precedenti video, si mettono in contrapposizione da soli, dimostrando quanto, a distanza di anni, l'umanità si sia rovinosamente involuta: 
andando a ritroso nel tempo, dall'attuale inno "Finchè ce n'è", seppur ironico, al consumismo sfrenato, di cui quest'Expo2015 ne rappresenta perfettamente l'aspetto più contraddittorio possibile, con le sue intenzionalità d'equa distribuzione mondiale del cibo per tutti, parallelamente all'esagerazione dei suoi prezzi in loco, con cui non sfamano proprio nessuno, ma in compenso nutrono sicuramente i loro stessi portafogli, ai suoi Sponsor seguaci della peggio insostenibilità, alla sua Carta Ufficiale stilata per sostenere solo le Multinazionali del Potere, ai suoi sgangherati organizzatori, oramai quasi tutti inquisiti per i più svariati reati... e chi più ne ha, più ne metta... 
al confronto con le aspirazioni del grande San Francesco d'Assisi, che anelava ai valori dell'umiltà e del rispetto assoluto del Creato, da conservare gelosamente con gratitudine estrema, quale prezioso ed immeritato dono... 
la trasgressione tra loro è talmente evidente, da accecare!! 
A me personalmente, inoltre disgusta parecchio soprattutto aver eluso la maggior occasione mondiale d'imboccare finalmente la giusta ECO-direzione da seguire in futuro ed ho voluto aspettare i risultati, al termine di questo primo mese di "prova generale", prima di scrivere questa seconda parte analitica sull'Expo! 
Ho visto:  
proporre "packaging alimentari intelligenti", così da aumentare il volume dei rifiuti elettronici, invece di diminuire quello degli imballaggi in genere, mancare totalmente l'appoggio al Mondo VEG, ai piccoli agricoltori BIO, alle aziende ECO... 
nulla contro caccia & pesca, soprattutto quelle illegali, eccessive e disastrose, sia per mancanza di rispetto animale, sia per inquinamento & distruzione ambientale che producono... 
quasi nulla contro gli sprechi alimentari ed intanto c'è ancora chi muore di fame... 
Paesi emergenti, come il Camerun, penalizzati dalla mancanza d'appoggio logistico da parte dell'organizzazione, mentre "giganti" come la maledetta China, presentarsi con slogan trasformisti, prescindendo da tutte le negatività che la contraddistinguono, rendendola addirittura il Paese della Speranza...
tutto falso & tutto sbagliato, vergognosamente!! 
La Svizzera ad es. ha saputo rappresentare, con grande efficacia, i limiti planetari, con le sue torri zeppe di prodotti GRATIS, ma non rimpiazzabili, quindi se tutti prendessero più dello strettamente necessario, altri ne risulterebbero penalizzati... ed infatti, è proprio ciò che stà accadendo!!
Spero quindi, che siano in tanti ad accorgersi di queste macroscopiche contraddizioni e non solo chi ha dedicato la propria vita all'etica, alle prese di coscienza & al miglioramento del proprio intorno, perchè in fondo è sufficiente solo 1 pò di sensibilità altruistica per comprendere che, questo nostro Pianeta, non deve subìre ulteriori umiliazioni, ma va assolutamente rispettato, altrimenti ci renderemo conto molto presto, di quanto stupidi siamo stati, ma allora sarà troppo tardi... ahinoi!! 
Vandana ShivaAmbientalista indiana, nel 1993 ha ricevuto il Right Livelihood Award, si batte per cambiare le politiche agricole & alimentari. Vandana Shiva è uno dei volti di Ambassador per Expo Milano 2015 - "Expo Milano 2015 può fornire un'opportunità per guardare all'agricoltura in modo che protegga il Pianeta, crei mezzi di sussistenza e di cibo migliori"