domenica 28 ottobre 2012

VITA NEL MAR LIGURE

Purtroppo raramente, ma a volte si possono incontrare anke buone notizie x l'ambiente e, come in questo caso specifico, x quello marino e proprio x il mio Mar Ligure, a cui personalmente tengo in modo particolare x essere 1 abitante delle sue belle terre ed infatti è molto recente la felice scoperta da parte dei sommozzatori dei Carabinieri di Genova, di vaste & insospettate praterie di coralli nell'ambiente sotto-marino a + di 100 mt. di profondità, al largo della piccola isola di Bergeggi, di fronte a Savona, istituita Area Marina Protetta con decreto del Ministero dell'Ambiente nel 2007 !
Ma con l'impoverimento delle sue acque dato dall'eccessivo sfruttamento da parte di pescatori senza scrupoli, ke abbandonando persino le reti di nailon in acqua, le trasformano in gravi pericoli x ogni specie di vita sotto-marina e ne soffocano i fondali, l'incremento del turismo di massa, l'incuria con cui vengono tenute le nostre spiagge, la cattiva manutenzione dei depuratori, già insufficienti & mal-funzionanti, gli scariki di metalli pesanti, ecc... il delicato eco-sistema del nostro Mare, riskia di venir aggredito brutalmente, senza contare ke ospita 1 dei maggiori "Santuari di Cetacei" del Mediterraneo e quindi meritevole di attenzioni speciali x preservarne l'integrità !
Ampliando inoltre il discorso a tutto quanto il Mediterraneo, mare kiuso x eccellenza e con conseguente lento ricambio delle sue acque, troviamo allarmanti quantitativi di plastica ad inquinarlo, di cui proprio il Mar Ligure è il + interessato x concentrazioni di deleterie micro-particelle plastike, con livelli di ben 7 volte superiori al consentito !
Si può dunque comprendere l'importanza di questa scoperta riguardante preziosi coralli, ke sappiamo essere 1 insieme costituito da tanti piccoli polipi organizzati in barriere & atolli e ke in questo caso, sono degli svariati tipi rosso, giallo & nero, sopravvissuti ed estesisi in varie colonie di notevoli dimensioni, avvistate dal robot subacqueo "Pluto" nella zona kiamata "dei Maledetti", dov'è stata rilevata anke la presenza di alghe zoantidee & di rare gorgonie rosso-arancio, tutti elementi a dimostrazione ke la forza vitale può farsi largo ovunque, superando ogni ostilità e portandoci a ben sperare in 1 proxima rivalutazione del nostro amato Mare !
Savona, le praterie di coralli scoperte dai CC
Coralli di Savona
Inquinanti minacciano Santuario dei Cetacei
Riserva Naturale Regionale di Bergeggi
30 giorni x salvare i nostri mari, Legambiente




30 giorni x salvare i nostri mari
1) FIRMARE LA PETIZIONE al soprastante link è molto importante, xkè nel Mediterraneo 3 miliardi di rifiuti fanno strage di uccelli e mammiferi e la politica europea della pesca è attualmente in fase di revisione ed in tutta Europa cresce la spinta al cambiamento ! 
Ora la decisione sul futuro dei nostri mari è nelle mani dei 25 membri della Commissione-pesca del Parlamento Europeo !
Impediamo la bancarotta degli Oceani
2) FIRMARE LA PETIZIONE al soprastante link, inviando 1 messaggio ai Parlamentari europei ke si occupano di pesca e ke ora dibatteranno & voteranno il futuro dei nostri Mari !

martedì 23 ottobre 2012

PRIMO ANNO SENZA SUPER-SIC

- Marco Simoncelli (Cattolica, 20 gennaio 1987Sepang, 23 ottobre 2011) -
Pare impossibile, ma è già trascorso davvero 1 anno da quella stra-maledetta Domenica di sangue, silenzio & morte, sofferta in Malaysia sul circuito di Sepang, dove il campione Simoncelli, il personaggio Super-Sic, o semplicemente il ragazzo Marco, alto, dinoccolato, dal sorriso aperto, simpatico, solare e dall'inconfondibile cespuglio di capelli ricci ke lo caratterizzavano tra tutti gli altri motociclisti della classe-regina, ha lasciato tutto il pubblico & i suoi tifosi senza fiato e senza + lacrime da versare x quella vita spezzata così, lasciata sull'asfalto in 1 attimo, senza 1 vera ragione x potersela poi fare 1 ragione, mai, neppure ora, neppure col tempo ke si dice curi tutto, eppure questo no, questa ferita è così profonda da non essersi rimarginata e forse mai potrà !
Xkè non è accettabile 1 destino talmente ingiusto da tarpare le ali proprio a quell'angelo ke sembrava volare incontro ad 1 vita di successi, ad 1 futuro radioso scritto apposta x lui, quando quel bel giorno del 2008 sembrava voler spiccare il volo dalla propria moto dopo ke l'aveva portata fino al raggiungimento del titolo mondiale della classe 250 cc. e pareva ke nessuno avrebbe mai + potuto fermarlo !
Ed ecco invece di colpo intromettersi la fatalità, quella a cui non ci si può opporre proprio xkè fatale, xkè talmente ingiusta da risultare incomprensibile, ma inoppugnabile, brutale & illogica, cattiva & bastarda... ma non esistono aggettivi all'altezza di certe incolmabili mancanze, ke diverranno x sempre assenze ed anke se fanno parte della vita e dell'ineluttabilità della stessa, io personalmente non ce l'ho + fatta ad accettare la Moto Gp come quello sport ke prima seguivo con passione, nè Valentino Rossi come quel suo avversario ke prima stimavo tanto, ma ke ora s'è tramutato inevitabilmente in 1 suo ex-amico ke avrebbe dovuto approfittare del proprio coinvolgimento nell'incidente, benkè involontario, x ritirarsi dalle competizioni, ke oramai era ora !
Sono usciti libri, s'è deciso d'intitolare il Misano World Circuit alla memoria del Sic, oltre alla Fondazione O.n.l.u.s. costituita dalla famiglia a sostegno di vari progetti di solidarietà e nei giorni scorsi, si son sprecati eventi & trasmissioni commemorative in suo ricordo, ma quella ke m'è parsa 1 delle + sincere & toccanti è stata a cura del grande Alex Zanardi, ke trovo abbia sempre qualcosa di profondo da trasmetterci, soprattutto dopo l'incidente ke l'ha privato delle gambe, ma l'ha arrikkito di valori insostituibili ed impagabili, esemplari x tutti noi ed inoltre tutto il paddock della Moto Gp ha voluto sfilare a piedi fino alla curva 11, teatro della tragedia, dove con Fausto Gresini del suo Team, han reso omaggio alla sua positività, allegria & simpatia, caratteristike qualità tra le tante ke l'indimenticato & indimenticabile campione (e pure gran casinista, eh eh !) ci sapeva trasmettere con la sua contagiosa voglia di vivere... ciao Marco, ti dico solo ciao, ora resterai nell'Olimpo dei grandi, ma ci mankerai x sempre !
“Diobò che bello !”
”Dimmi di Sic"
Marco Simoncelli Fondazione O.n.l.u.s
Marco Simoncelli - Wikipedia


mercoledì 3 ottobre 2012

L'ITALIA FRANA

Oramai siamo già sul finire di questa bollente Estate e, rimpianti a parte, purtroppo su tutti noi  incombe già l'Autunno, con i suoi temporali improvvisi e di lunga durata e le sue giornate dalle grige tinte offuscate, accorciate dal buio ke avvolge sempre prima ogni serata... ke tristezza !
E parlo solo della mia Sanremo, xkè x ki vive + al nord è ancora peggio, solo ke quà abbiamo 1 altro problema ke dipende dagli avvenimenti atmosferici, ma non riguarda la rigidità del clima invece benevolo con la mia zona, bensì la fragilità territoriale propria della mia Liguria !
Tra l'altro pare ke questa caratteristica negativa del nostro territorio, sia ormai l'unica cosa ke unisce l'Italia da nord a sud, infatti le notizie di questi ultimi anni sulle conseguenze delle prime piogge, x non parlare delle alluvioni, ke paiono approssimarsi ank'esse irrimediabilmente all'orizzonte assieme alle nuvole nere, siano simili a cronake di guerra piuttosto ke di meteorologia ed evidenziano quanto tutto diventi terribilmente precario, fragile ed instabile attorno a me, tanto ke mi sento trascinare giù ank'io assieme al terreno circostante !
Le ragioni di tutti questi disastri, vanno ricercate nell'incuria con cui si mantengono i tombini di scolo dell'acqua, sempre troppo tappati da sporcizia ke contribuisce all'accumulo di acqua piovana nelle strade, inoltre al taglio indiscriminato degli alberi, ke normalmente tratterrebbero tutta quella terra ke invece così scivola a valle, sommergendo & isolando intere zone abitate ed al selvaggio piano regolatore, ke NON regola affatto le troppe costruzioni edili in zone impossibili, senza contare i cumuli di rifiuti abbandonati ovunque in campagne, paesi & città ed altri siti artificiali come cave, discariche, cantieri, ecc... ma finkè sarà la MAFIA a farla da padrone in ogni campo, ecco ke questa disastrosa situazione potrà solo peggiorare exponenzialmente !
Finora i soldi stanziati x il recupero & la bonifica, sia di luoghi disagiati, ke di quelli sinistrati, è arrivato principalmente da interventi privati e soltanto in minima parte dallo Stato, fondi di cui ancor meno arriva (forse!) dove serve !
Il Governo ha stilato 1 mappa delle tante aree a riskio-frane a causa di dissesti idro-geologici, ma dovrebbe anke porre rimedio a questa situazione DEFINITIVAMENTE, magari partendo dalla prevenzione, piuttosto ke limitarsi poi ai lamenti tardivi, xkè prevenire è meglio ke curare e soprattutto costa molto meno !
Personalmente, credo molto importante anke l'impegno individuale: nel rispetto dell'ambiente, nella sostenibilità delle sue risorse e nella difesa di suolo & sotto-suolo, compreso il risparmio del territorio, ke invece in Italia, ahimè, viene molto sotto-valutato, tanto ke ogni giorno diciamo addio a + di 100 ettari di suolo, con continuo aumento delle superfici impermeabilizzate, ke rendono difficoltoso l'assorbimento delle acque in eccesso !
Tutta questa situazione attuale a me spaventa parekkio, xkè mi sento abbandonata a me stessa come credo ogni altro italiano ke, da nord a sud, condivida con me zone altrettanto riskiose, ma possiamo sempre consolarci dicendo : "Piove terra, governo ladro" !!!
Nel cuore
Le frane in Italia
70% dei Comuni italiani a riskio frane